Acquisizione immobili per opere di pubblica utilità

Acquisizione immobili per opere di pubblica utilità

Ufficio: Direzione Patrimonio Immobiliare - P.O. Espropri
Referente: Enrichetta Brazzini
Responsabile: Dott.ssa Giuseppina Sarubbi
Indirizzo: Via dell' Anguillara 21 50122 - Firenze
Tel: 055/2769646
Fax: 055/2769645
E-mail: direzione.patrimonio@comune.fi.it
Orario di apertura: Martedì 08,30-13,00 15,00 -17,00, Mercoledì 8,30 -13,00, Giovedì 15,00 -17,00

Descrizione

Procedimenti di espropriazione e di costituzione di servitù di beni immobili per la realizzazione di opere pubbliche o di pubblica utilità.

Iter procedura

Le tre  macro-fasi che precedono l’emanazione del  decreto di esproprio sono le seguenti:

1.    l’opera da realizzare sia prevista nello strumento urbanistico generale, o in un atto di natura ed efficacia equivalente, e sul bene da espropriare sia stato apposto il vincolo preordinato all’esproprio;
2.    sia stata dichiarata la pubblica utilità dell’opera da realizzare. In questa fase viene  deciso come, in concreto, verrà attuata la previsione urbanistica, e in quali tempi. Tale procedimento riveste la massima importanza, in quanto con la dichiarazione di pubblica utilità di un’opera il diritto di proprietà dell’espropriando, fino a quel momento “pieno”, affievolisce ad interesse legittimo.
3.    sia stata determinata, anche se in via provvisoria, l’indennità di esproprio.
Ciascuna delle fasi procedimentali sopra individuate dovrà consentire la partecipazione degli interessati.      L’ espletamento corretto di queste tre fasi è il necessario presupposto per l’ emissione  del decreto di esproprio.

Informazioni

Il termine "espropriare" letteralmente significa privare, togliere una  proprietà a  qualcuno, per motivi di pubblico interesse.  L’art. 42, 3° comma della Costituzione prevede che "La proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi di interesse generale". L'art. 834 del Codice Civile stabilisce inoltre che "Nessuno può essere privato in tutto o in parte dei beni di sua proprietà, se non per causa di pubblico interesse, legalmente dichiarata, e contro il pagamento di  giusta indennità. Le norme relative all'espropriazione per causa di pubblico interesse sono determinate da leggi speciali". 

Normativa di riferimento

Il procedimento espropriativo è attualmente  regolamentato dal  D.P.R. 8 giugno 2001 n.327 e s.m.  e dalla Legge Regionale Toscana  18.2.2005 n. 30.

Ultimo aggiornamento: Martedì, 03 Novembre 2015

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *