Cani in città

Cani in città

Ufficio: Ufficio diritti degli animali
Referente: Andrea Biagi
Responsabile: Arnaldo Melloni
Indirizzo: Via del Pantanino fine strada- Firenze
Tel: 055 7352018 - 055753224
Fax: 055 7352018
E-mail: diritti.animali@comune.fi.it - adozioni.animali@comune.fi.it

Descrizione

Attività di promozione e miglioramento per un corretto rapporto tra animali e cittadini

Requisiti del richiedente

DOMANDA DI CESSIONE DEI CANI ALLE STRUTTURE PUBBLICHE

Il proprietario o detentore a qualsiasi titolo del cane, nel caso in cui per gravi motivi sia impossibilitato a tenere presso di sé l' animale può chidere al Sindaco del comune di residenza l' autorizzazione a consegnare il cane alla struttura di cui all' art. 9 della Legge Regionale 43/95 ( Canile rifugio ).
Nella domanda devono essere indicate le cause che impediscono la detenzione del cane ed allegati documenti probatori.
Il Sindaco, entro quindici giorni dal ricevimento, si pronuncia sulla domanda. In caso di mancata risposta l?istanza si intende accolta.

Modalità di richiesta

Le domande vanno inviate esclusivamete per posta utilizzando il Fac-simile di domanda.

Iter procedura

15 giorni il tempo di risposta che decorrono dalla data di arrivo della domanda all' ufficio.

Informazioni

I cani che vivono a Firenze non sono animali liberi come i gatti, ognuno di loro ha un padrone ed è regolarmente registrato all' Anagrafe Canina, gestita dall' Azienda Sanitaria Locale per conto dell' Amministrazione Comunale.

NUMERI UTILI:

Anagrafe canina-Viale Corsica, 4, per fare l'iscrizione bisogna prendere appuntamento al N° tel 055-/055-367427-367447
Ente Nazionale Protezione Animali E.N.P.A. Via Ricasoli, 73/r tel 055-2382410/ 055-055213296

Quelli poi che il padrone ha abbandonato, rimangono liberi solo il tempo per finire oggetto delle amorevoli cure degli addetti al canile municipale (Via Circondaria 15/a  tel. 055-33.23.01) e cambiano immediatamente padrone, che stavolta è il Sindaco in persona. Come ogni buon proprietario di cani, il Sindaco si occupa della cura dei propri animali dando loro da mangiare, curandoli quando necessario e cercando di fargli vivere una vita di relazioni con i propri simili. Ma soprattutto il Sindaco, non potendo portarli tutti a casa propria, cerca di trovar loro una nuova famiglia, migliore di quella che li ha lasciati per strada: negli ultimi anni il Servizio Adozioni dell' Ufficio per i Diritti degli Animali ha fatto adottare tutti i cani che sono stati abbandonati.
Il Sindaco è quindi proprietario di un canile municipale che è un canile sanitario, dove i cani sostano per i primi tre mesi dalla loro cattura. Il Sindaco poi, per legge, dovrebbe possedere anche un canile rifugio, che sta per essere costruito, e dove gli animali, in spazi più ampi, attendono di essere adottati.

Le norme di comportamento

I cani devono essere sempre portati a guinzaglio e, ove sia necessario, essere anche dotati di museruola. Possono essere lasciati liberi nelle aree per cani. Le deiezioni dei cani devono essere sempre raccolte ed il proprietario, quando accompagna l' animale, deve essere munito di paletta, sacchetto o altro strumento idoneo alla raccolta.

Dove si può andare col cane

Con guinzaglio e museruola, si può: salire su tutti i mezzi di trasporto pubblico, Ataf compresa, che transitano nel territorio comunale; entrare in tutti gli esercizi pubblici (bar, ristoranti, alberghi, campeggi, piscine etc.); con piccoli cani salire sui taxi senza limitazioni, per i cani grossi il tassista ha facoltà, previa preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto.  E' fatto obbligo al proprietario, o detentore, dell' animale, di aver cura che lo stesso non sporchi o crei disturbo agli altri passeggeri. Tutte le inadempienze alle norme sopra citate sono sanzionate con multa.

Le aree per cani

Le caratteristiche delle aree per cani nella città di Firenze, sono quelle di essere delle aree verdi rispettose del decoro dell?ambiente urbano, tutte recintate per non far fuggire gli animali, spesso arredate con panchine, ombreggiate e dotate di acqua corrente posta al loro interno o, dove non è stato possibile, nelle immediate vicinanze. Il numero di queste aree è attualmente 24, dislocate nei vari quartieri della città, ed è un numero in continua espansione per far fronte alle esigenze dei proprietari di cani che vogliono usufruire di un po? di svago, per sé e per il proprio animale.

ELENCO AREE PER CANI DI COMPETENZA DELLA DIREZIONE AMBIENTE

  1. Giardino del Parnaso - recintato - via Trento,4 e via Bolognese,17 - superficie mq 2.269 [ Alberi - panchine - acqua ]
  2. Giardino del Mezzetta - recintato - superficie mq 4.500 [ Alberi - panchine - acqua ]
  3. Parco di Rusciano - recintato - lato via Benedetto Fortini,37 - superficie mq 4.100 [ Alberi - panchine - acqua ]
  4. Parco di Rusciano - recintato - lato via di Ripoli ( da realizzare ).
  5. Pioppeta San felice a Ema - recintato - via Gherardo Silvani - superficie mq 3500 [ Alberi - panchine - acqua ]
  6. Giardino Ugnano - recintato - superficie mq 3100 [ Alberi - panchine ]

Normativa di riferimento

Legge regionale 43/95 art. 8 [ Divieto d' abbandono. Rinuncia alla detenzione e cessione alle strutture pubbliche. ], art 9.

Ultimo aggiornamento: Martedì, 06 Dicembre 2016

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *