Imposta di soggiorno

Imposta di soggiorno

Referente: Direzione Risorse Finanziarie - Servizio Entrate
Responsabile: Annalisa Nannelli - P.O. "Gestione imposta di soggiorno"
Indirizzo: Via del Parione n. 7 - 50123 FIRENZE
Tel: 055/276 9471 - 9493
Fax: 055/289299
E-mail: impostadisoggiorno@comune.fi.it
Orario di apertura: Lunedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 - Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 - Piano terra

Requisiti del richiedente

DECORRENZA
 

L'imposta di soggiorno è stata istituita in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n.23 ed il relativo gettito è destinato a finanziare gli interventi, previsti nel bilancio di previsione del Comune di Firenze, per il turismo, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonchè per i servizi pubblici locali.
L'imposta di soggiorno è stata istituita il 1° luglio 2011, con delibera del Consiglio Comunale n.33 del 20 giugno 2011; il regolamento è stato successivamente integrato e modificato dalle delibere n. 21 del 7 maggio 2012, n. 50 del 28 luglio 2014 e n. 12 del 2 marzo 2015 e n.11 del 22 marzo 2016.


COME FUNZIONA

L'imposta di soggiorno è istituita in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n.23. Il relativo gettito è destinato a finanziare gli interventi, previsti nel bilancio di previsione del Comune di Firenze, per il turismo, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonchè i servizi pubblici locali.

L'imposta è corrisposta per ogni pernottamento (ovvero a persona per notte) nelle strutture ricettive e negli immobili locati ad uso turistico, presenti sul territorio del Comune di Firenze, fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi.

Costi

CHI DEVE PAGARE

L'imposta è corrisposta per ogni pernottamento (ovvero, a persona per notte) da coloro che soggiornano nelle strutture ricettive e negli immobili locati ad uso turistico, presenti sul territorio del Comune di Firenze, fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi.

Dal 1 di ottobre 2014, l’imposta si applica anche:

- a coloro che pernottano negli immobili locati ad uso turistico (in tutte le altre fattispecie di locazioni l’imposta non è dovuta).
- ai turisti provvisti di mezzi di pernottamento autonomo che usufruiscono delle aree di sosta aperte al pubblico.


ESENZIONI

Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:
a) i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
b) i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, anche in regime di day hospital, per un massimo di due accompagnatori per paziente;
c) i pazienti che effettuano cure ospedaliere in regime di day hospital;
d) gli studenti iscritti all'Università degli Studi di Firenze.

L'esenzione di cui alle precedenti lettere b) e c), è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell'interessato, di una dichiarazione, resa in base alle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. n.445 del 2000 e successive modificazioni; mentre quella di cui alla lettera d), è condizionata al rilascio di attestazione di iscrizione all'Ateneo Fiorentino per l'anno accademico in corso.

QUANTO SI PAGA

La misura dell'imposta è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive definita dalla normativa regionale, che tiene conto delle caratteristiche e dei servizi offerti dalle medesime.

Per gli alberghi, i campeggi, i residences e gli agriturismi la misura è definita in rapporto alla loro classificazione articolata, rispettivamente, in "stelle", "chiavi" e "spighe". Si precisa che le strutture "B&B", ai fini delle tariffe, sono parificate alla categoria "affittacamere professionali".

Le tariffe dell'imposta, approvate con delibera del Consiglio Comunale n. 33 del 20 giugno 2011, n.50 del 28 luglio 2014 e n. 12 del 2 marzo 2015, sono riportate nelle apposita tabelle "Misura imposta di soggiorno" della sottostante sezione "Allegati", sia nella versione in lingua italiana, che in quella multilingue, tradotta in francese, inglese, spagnolo, tedesco, giapponese, cinese e russo  .


Con delibera del Consiglio Comunale n. 21/2012 l’imposta di soggiorno è ridotta del 50% per
a) i gruppi scolastici delle medie inferiori e superiori in visita didattica;
b)
gli sportivi di età inferiore a 16 anni, componenti di gruppi sportivi partecipanti a iniziative e tornei organizzati in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

La riduzione sarà applicata previa attestazione del Dirigente Scolastico, per i soggetti di cui alla lettera a) e della Federazione Sportiva di appartenenza per quelli di cui alla lettera b).

Il gestore dovrà rilasciare agli ospiti la ricevuta del pagamento dell’imposta emettendo semplice ricevuta nominativa (conservando la copia come di regola) oppure inserendo il relativo importo in fattura indicandolo come "operazione fuori campo I.V.A."

Modalità di fruizione

OBBLIGHI DEI GESTORI  

I gestori delle strutture ricettive, in concomitanza con l’inizio dell’attività devono obbligatoriamente richiedere le credenziali per la registrazione delle proprie strutture nel portale dell’imposta di soggiorno messo a disposizione dal Comune.

I gestori sono altresì tenuti ad informare i propri ospiti riguardo all’esistenza dell’imposta di soggiorno, mediante esposizione di apposita cartellonistica che contenga tutte le informazioni (applicazione dell’imposta, tariffa applicabile nella struttura, esenzioni e riduzioni). Tale obbligo sussiste qualunque sia il canale utilizzato dalla struttura per pubblicizzarsi, compresi tutti i siti web e portali/piattaforme online.

3. I gestori hanno l’obbligo di dichiarare mensilmente all’Ente, entro il giorno 15 del mese successivo, il numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel corso del mese, il relativo periodo di permanenza, il numero dei soggetti esenti, l’imposta dovuta e gli estremi del versamento, nonché eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.

La dichiarazione mensile deve essere effettuata accreditandosi al portale on line messo a disposizione del Comune di Firenze.

I gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di conservare per 5 anni la documentazione relativa ai pernottamenti, all’attestazione di pagamento dell’imposta da parte di coloro che soggiornano nelle strutture e le dichiarazioni rilasciate dal cliente per l’esenzione dall’imposta di soggiorno, al fine di rendere possibili i controlli tributari da parte del Comune di Firenze.

 

Il gestore della struttura ricettiva effettua il versamento al Comune di Firenze dell'imposta di soggiorno, dovuta, entro quindici giorni dalla fine di ciascun mese, con le seguenti modalità:

a) carta di credito;

b) bollettino postale su C/C n.9505001 intestato a "COMUNE DI FIRENZE - IMPOSTA DI SOGGIORNO";

c) bollettino telematico su C/C postale n.9505001 intestato a "COMUNE DI FIRENZE - IMPOSTA DI SOGGIORNO";

d) bonifico bancario sul conto postale IBAN n. IT 66 Z 07601 02800 000009505001 intestato a "COMUNE DI FIRENZE - IMPOSTA DI SOGGIORNO";

e) pagamento diretto effettuato presso gli sportelli della Tesoreria Comunale e le agenzie di credito convenzionate.


NOTA BENE: nella causale del versamento si ricorda che deve essere obbligatoriamente riportato il codice che viene generato in automatico dal portale dei servizi on line dopo aver inserito i dati richiesti per la dichiarazione mensile (esempio    5555IDS66666).

ATTENZIONE: in caso di mancato o parziale pagamento dell'imposta di soggiorno nei termini prescritti, prima di effettuare il versamento per regolarizzare la posizione, è necessario telefonare ai numeri 055.2769471, 055.2769476, 055.2769473. In questi casi è obbligatorio presentare, anche per mail o fax, la dichiarazione mensile dell’imposta di soggiorno su modello cartaceo, con la ricevuta del versamento effettuato.

 

RIMBORSI E COMPENSAZIONI

Nei casi di versamento dell’imposta di soggiorno in eccedenza rispetto al dovuto, l’importo può essere recuperato mediante compensazione con i pagamenti dell’imposta stessa, da effettuare alle successive scadenze. Gli estremi della compensazione effettuata sono riportati nella stessa dichiarazione mensile.

Nel caso in cui i versamenti di cui al comma precedente non siano stati compensati può essere richiesto il rimborso, entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento ovvero da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione. Non è rimborsata l’imposta per importi pari o inferiori a euro 15,00 (quindici).

Informazioni

  • Pagina “Informati del portale dei servizi on line” disponibile al link presente nella sezione "Link Esterni" presente su questa scheda
  • Call center del Comune di Firenze al n. 055055
  • Sportello informativo: Direzione Risorse Finanziarie, Servizio Entrate, in Via del Parione n. 7, piano terra,  lunedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00
  • fax 055/289299. 
  • e-mail a: impostadisoggiorno@comune.fi.it

AVVISO MULTILINGUE

Nella sezione "Allegati" è disponibile un avviso multilingue, tradotto in francese, inglese, spagnolo, tedesco, giapponese, cinese e russo.

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 04 Agosto 2016

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *