Inquinamento atmosferico - E PM10: provvedimenti contingibili

Descrizione

Informazioni

L'ICQA, un acronimo che sta per Indice di Criticità per la Qualità dell'aria, è stato introdotto dalla Delibera della Giunta Regionale Toscana 814/2016 con lo scopo di regolare l'attivazione degli interventi contingibili. Si basa sui valori delle concentrazioni di PM10 registrati dalle stazioni di fondo della rete regionale nelle Aree di Superamento e sulle previsioni meteorologiche relative alla capacità dell’atmosfera di favorire l’accumulo degli inquinanti nei bassi strati, fornite dal Consorzio LaMMA.

Il periodo di applicazione va  dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno e prevede due moduli e due moduli di interventi.

PRIMO MODULO: corrispondente all’indice di criticità con VALORE 1.

   Interventi

- inviti e raccomandazioni a comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni;

- si ricorda la vigenza permanente dell’ordinanza sindacale n. l006/2007 che impone:

divieto di bruciare all’aperto residui vegetali nel centro abitato per tutto l’anno e nel resto del territorio comunale dal 1° ottobre al 31 marzo·                                                                                                                                     

SECONDO MODULO: corrispondente all’indice di criticità con VALORE 2. LINK (1)

Si attiva se  si raggiunge il valore 7 sommando a+b  dove

 a)   corrisponde al numero di superamenti del valore limite giornaliero di 50µg/m3 di PM 10 (dati ARPAT) che si sono registrati nei sette giorni precedenti alla data della valutazione e

        b)    al numero di giorni (nei tre successivi) in cui le previsioni meteo (dati LAMMA) indicano eventuali condizioni favorevoli all’accumulo degli inquinanti in atmosfera.

Interventi

- emanazione di specifica ordinanza sindacale temporanea, che viene opportunamente pubblicizzata  e messa in evidenza sull’home page del Comune, della durata di cinque giorni che impone:

·        obbligo di riduzione del periodo giornaliero di funzionamento degli impianti di riscaldamento, alimentati a gasolio o pellet, ad otto ore giornaliere e riduzione della temperatura dell’aria negli ambienti, a 18°C negli edifici adibiti a civile abitazione e a 17°C negli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili;

·        divieto di utilizzo di legname in caminetti aperti o chiusi e in stufe tradizionali per riscaldamento laddove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento;

·        divieto di accesso e transito dalle ore 08,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,30 alle ore 18,30

      nel centro abitato a:

a)      Motocicli a 2 tempi Euro 1;

b)     Autovetture a benzina Euro 1

c)      Autovetture diesel Euro 2 ed Euro 3

d)     Veicoli diesel Euro 1 per il trasporto merci

e)      Veicoli diesel euro 2 per il trasporto merci

Come è evidente il provvedimento mira a limitare le emissioni di PM 10 dalle principali sorgenti individuate dall’IRSE, quali i veicoli più obsoleti, in particolare diesel, gli impianti di riscaldamento domestico/terziario alimentati a legna ed i caminetti aperti e stufe tradizionali.

Normativa di riferimento

Legge regionale 12 aprile 2016, n. 27

Delibera Giunta Regionale 1 agosto 2016 n. 814

Riferimenti e contatti

Ufficio
PO Energia Valutazione Ambientale e Bonifiche
Referente
Gianni Bordoni
Responsabile
Gianni Bordoni
Indirizzo
Via B. Fortini 37 50125 Firenze
Tel
055.2625377
E-mail
gianni.bordoni@comune.fi.it

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi