Dalle ore 14:00 del 16/10/2019 i servizi "Certificati facili - Prenotazione e stampa diretta"  e "Iscrizione fuori termine nidi d'infanzia/spazi gioco educativi"saranno sospesi per operazioni di manutenzione programmata.

Ci scusiamo per il disagio.

Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza

Descrizione

Il Reddito di Cittadinanza (RdC) è un sostegno economico ad integrazione dei redditi delle famiglie in difficoltà economica, che sono a rischio di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro.

Modalità di richiesta

Le domande possono essere presentate con le seguenti modalità:
on line sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
• presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) e presso i Patronati;
• dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli Uffici Postali.

I moduli di presentazione della domanda sono disponibili sul sito di INPS.

A seguito del riconoscimento del Reddito di cittadinanza, il beneficiario è convocato dai Centri per l’Impego (CPI) per stipulare il Patto per il Lavoro oppure dal Servizio Sociale del Comune per stipulare il Patto per l’Inclusione Sociale.

Requisiti del richiedente

Il Reddito di Cittadinanza (RdC) è un sostegno economico ad integrazione dei redditi delle famiglie in difficoltà economica, che sono a rischio di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro. Il Reddito di Cittadinanza ha una durata di 18 mesi, rinnovabile per altri 18 mesi, dopo un periodo di sospensione di un mese  e prevede un percorso di reinserimento lavorativo e sociale per il quale tutto il nucleo beneficiario è tenuto a rendere una Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID – da farsi entro 30 giorni dal riconoscimento del beneficio) e ad aderire ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo (Patto per il Lavoro) e all’inclusione sociale (Patto per l’Inclusione Sociale).

Per i nuclei familiari composti da uno o più componenti di età pari o superiore a 67 anni il Reddito di cittadinanza assume la denominazione di Pensione di Cittadinanza, ma conserva le stesse regole, procedure e requisiti di accesso.

Il Reddito di Cittadinanza viene erogato ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, dei seguenti requisiti.

Requisiti di Cittadinanza, Residenza e Soggiorno
Il richiedente deve essere cittadino maggiorenne italiano o dell’Unione Europea, oppure, suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. È, inoltre, necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Requisiti economici
Il nucleo familiare deve essere in possesso dei seguenti requisiti economici:
un valore ISEE inferiore a 9.360 euro (in presenza di minorenni, si considera l’ISEE per prestazioni rivolte ai minorenni);
• un valore del patrimonio immobiliare in Italia e all’estero, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
• un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità e euro 7.500 per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza).
• un valore del reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza

Altri requisiti
Per accedere alla misura è inoltre necessario che nessun componente del nucleo familiare possieda:
autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
• navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

Il Reddito di Cittadinanza è compatibile con il godimento della NASpI e di altro strumento di sostegno al reddito per la disoccupazione involontaria. Tali prestazioni, però, concorrono alla determinazione del contributo stesso. Ad esempio, se una persona gode di € 700 di NASpI e ha diritto ad un beneficio RdC di € 900 il nuovo sussidio sarà decurtato a € 200,00 mensili.

Quanto dura e qual è l'importo

Il Reddito di Cittadinanza viene erogato dall’INPS dal mese successivo a quello della richiesta, per un periodo di massimo 18 mesi. Può essere rinnovato dopo la sospensione di un mese.
Il beneficio economico RdC è la somma di due componenti:
- una prima componente è a integrazione del reddito familiare fino alla soglia di € 6.000 moltiplicati per la Scala di Equivalenza (€ 7.560 per la PdC);
- un contributo affitto fino ad un massimo annuo di € 3.360 (€ 1.500 per la PdC) oppure un contributo per la copertura del mutuo per l’acquisto della casa di abitazione fino ad un massimo annuo di € 1.800.

Importi inferiori a € 40 mensili non vengono erogati.

Tempi

Non ci sono scadenze temporali.

Modalità di fruizione

Il contributo è erogato tramite carta elettronica rilasciata da Poste Italiane spa. La Carta consente di:
• acquistare beni e servizi di base;
• effettuare prelievi di contante entro un limite mensile di 100 euro per i nuclei familiari composti da un individuo (incrementato in base al numero di componenti della famiglia);
• effettuare un bonifico mensile a favore del locatore indicato nel contratto di locazione o dell’intermediario che ha concesso il mutuo.

L’importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato.

Cosa succede a coloro che percepiscono il REI

Il REI (Reddito di Inclusione) dal 01.03.2019 non può più essere richiesto. Per coloro che già percepivano il REI continueranno a farlo per tutta la durata della misura (18 mesi), salvo il sopraggiungere di cause di decadenza, o il passaggio alla misura di Reddito di Cittadinanza.
Chi percepisce il REI non passerà automaticamente al Reddito di Cittadinanza, ma sarà necessario presentare apposita domanda. In caso di accoglimento della domanda di RdC, decadrà la misura del REI.

 

Informazioni

Per saperne di più:
Consultare il portale dedicato sul sito del reddito di cittadinanza (vedi la sezione link esterni in questa scheda servizio)

Riferimenti e contatti

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi