Reddito di Inclusione

Reddito di Inclusione

Ufficio: Servizio Sociale Amministrativo - P.O. Organizzazione Amministrativa territoriale
Indirizzo: Quartiere 1: Via S.Monaca 37; Quarriere 2: Via G.D'Annunzio 29; Quartiere 3: Piazza E.Dalla Costa 15; Quartiere 4: Via Chiusi 4/2; Quartiere 5: Via C.Bini 5/a
Tel: Q.re 1: 0552937010; Q.re 2: 0556934907; Q.re 3: 0556817411; Q.re 4: 0557875001; Q.re 5: 0554478920
Fax: Q1: 211604; Q2: 6934917; Q3: 6817456; Q4 7875532; Q5 4478938
E-mail: direzione.servizisociali@pec.comune.fi.it;oat.cat@comune.fi.it
Orario di apertura: Q.re 1: mercoledì e venerdì 9-13; Q.re 2: lunedì e mercoledì 9-13; Q.re 3: lunedì e mercoledì 9-13; Q.re 4: lunedì e mercoledì 9-13; Q.re 5: lunedì e venerdì 9-13

Descrizione

Il reddito di Inclusione (REI) è un provvedimento che andrà a sostituire la SIA e l'assegno di disoccupazione (ASDI). Si tratta di un beneficio economico mensile che avrà un importo in rapporto alle dimensioni del nucleo familiare e altre variabili. E' condizionato alla sottoscrizione di un progetto personalizzato ed alle successive verifiche programmate.

Requisiti del richiedente

Requisito Anagrafico:

- (solo il richiedente) essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

- (solo il richiedente) essere residente continuativamente in Italia da almeno 2 anni

Il nucleo familiare deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

- presenza di almeno un minorenne

- presenza di un disabile e di un suo genitore o tutore

- presenza di una donna in stato di gravidanza (nel caso sia l'unico requisito, la domanda non può essere presentata prima di 4 mesi dalla data presunta del parto, attestato da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica

- lavoratore di età maggiore o uguale a 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione e che non benefici di trattamenti economici legati alla disoccupazione da oltre 3 mesi

- lavoratore dipendente o autonomo di età maggiore o uguale a 55 anni con reddito inferiore a quello determinato dall'art. 13 TUIR (DPR 917/86) che attualmente è di € 8.000,00 (dipendente) e di € 4.800,00 (autonomo)

Requisiti Economici:

ISEE in corso di validità ed inferiore a € 6.000,00 e ISRE inferiore a € 3.000,00 (ISRE si calcola dividendo il valore ISR per la Scala di Equivalenza. Tutti i dati sono presenti nell'attestazione ISEE). Alla scadenza l'ISEE dovrà essere rinnovato.

Beni durevoli: Non essere intestatari o avere la piena disponibilità di auto o moto (di qualsiasi tipo o cilindrata) immatricolati negli ultimi 24 mesi

Patrimonio mobiliare inferiore a € 6.000,00 (più € 2.000,00 per ogni componente del nucleo successivo al primo fino ad un massimo di € 10.000,00)

Patrimonio immobiliare un valore, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a € 20.000,00

Nessun componente deve percepire sussidi legati alla disoccupazione, come ad esempio il NASpI o di altro ammortizzatore sociale.

Tutti i requisiti devono essere posseduti per l'intera durata del benficio (18 mesi). La variazione del nucleo familiare deve essere comunicata entro 2 mesi, a pena decadenza.

La fruizione del beneficio è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa da parte di uno o più componenti del nucleo. In caso di variazione della situazione lavorativa, a pena decadenza, è necessario comunicare all'INPS entro 30 giorni il reddito annuo previsto.

Sono attivare, a prescindere dalla presentazione della domanda e nella misura delle rispettive discipline, l'Assegno èer Nuclei Familiari con 3 o più figli e le agevolazioni previste alla tariffa elettrica e per la fornitura del gas naturale.

Modalità di richiesta

Presentazione della domanda presso uno degli Uffici Amministrativi dei Centri Sociali

Documentazione da presentare

Solo se presente nel nucleo una donna in stato di gravidanza, è necessario allegare alla domanda la certificazione attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto rilasciata da un medico di struttura pubblica (a meno di 4 mesi dalla data presunta del parto)

Iter procedura

L'Ufficio Amministrativo inoltra entro 15 giorni lavorativi la domanda all'INPS che nei successivi 5 giorni verifica la richiesta e riconosce il beneficio condizionatamente all'accettazione del Progetto personalizzato. Successivamente alla sottoscrizione del Progetto da parte di tutti i componenti del nucleo familiare l'INPS inizia ad erogare il beneficio su base mensile.

L'accredito avverrà su apposita carta di pagamento con possibilità di prelevare contante.

Se i componenti dei nuclei familiari non sottoscrivono il Progetto, ne violano ripetutamente gli obblighi o assumono frequentemente comportamenti inconciliabili con gli obiettivi, possono essere disposte delle sanzioni fino alla revoca del beneficio.

Costi

Non sono previsti costi a carico del richiedente

Tempi

Il beneficio viene riconosciuto a partire dal mese successivo a quello della richiesta per 18 mesi condizionatamente alla sottoscrizione di un Progetto Personalizzato.

Modalità di fruizione

Il benficio è concesso mensilmente e viene erogato attraverso una Carta di pagamento elettronica denominata Carta REI.

La Carta REI, completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica:

- deve essere usata solo dal titolare

- può essere usata per prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio concesso.

Permette inoltre:

- gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard

- il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali

- dà diritto ad uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket

- può essere utilizzata negli ATM postamat per controllare il saldo e la lista movimenti

Il valore del contributo è decurtato dagli altri trattamenti assistenziali (ma non dell'assegno di accompagnamento) e va da un minimo di € 187,50 mensili per una persona ad un massimo di € 485,41 per un nucleo di 5 o più componenti.

Informazioni

Presso gli Uffici Amministrativi dei Centri Sociali e presso lo Sportello Immigrazione via Baracca 150/P (Villa Pallini) tel. 055.2767078

Normativa di riferimento

DL 147 del 15/09/2017

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 29 Novembre 2017

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *