Rimozione vincoli convenzionali

Rimozione vincoli convenzionali

Ufficio: Direzione Patrimonio Immobiliare - Ufficio Gestione Patrimonio Edilizia Residenziale Pubblica ( E.R. P.)
Referente: Arch. Raffaella Loja - Geom. Silvia Gigli - Geom. Elisa Sisi
Responsabile: Arch. Giuseppina Fantozzi
Indirizzo: Via dell' Anguillara 21 50122 - Firenze
Tel: 055/2769618 - 055/2769635 - 055/2769655
Fax: 055/2769701
E-mail: gestionepatrimonioerp@comune.fi.it
Orario di apertura: Martedì 8,30 - 13,00 15,00 previo appuntamento - 17,00; Mercoledì 08,30 - 13,00 previo appuntamento; Giovedì 15,00 - 17,00 previo appuntamento

Descrizione

Rimozione dei vincoli relativi al prezzo massimo di cessione delle singole unità abitative e loro pertinenze, nonchè del canone massimo di locazione delle stesse, per i proprietari degli alloggi realizzati in ambito di interventi di edilizia residenzia

Requisiti del richiedente

Proprietari di alloggi e loro pertinenze realizzati in ambito del “P.E.E.P ‘63”, del Piano straordinario Casa ‘87” e nel “P.E.E.P.’92”, che abbiano già effettuato la trasformazione del diritto di superficie in proprietà o che abbiano già sostituito le convenzioni, per le aree cedute in proprietà, ai sensi dell’art. 31, commi 46 e 47 della legge 448/98.

Proprietari degli alloggi realizzati nel P.R.U. “S. Bartolo a Cintoia”, nel P.U.R. “Ex Gover” e nel P.U.E. “Pontignale”.

I vincoli sopra indicati possono essere rimossi, ai sensi dell’art. 31 comma 49bis della Legge 448/98, esclusivamente dopo che siano trascorsi almeno cinque anni dalla data del primo trasferimento e con convenzione in forma pubblica soggetta a trascrizione.

Modalità di richiesta

Specifica istanza da parte dei proprietari interessati redatta secondo lo schema tipo denominato “Richiesta eliminazione vincoli”, di cui il file è scaricabile a fondo pagina nella sezione “Moduli”.

La richiesta deve essere corredata anche con il modulo di richiesta millesimali da compilarsi a cura dell'amministratore di condominio,( il file è scaricabile a fondo pagina sempre nella sezione MODULI ), copia documento d'identità  e codice fiscale di tutti i richiedenti/proprietari della pratica.

potrà essere inviata:
- per fax al numero 055 – 2769701
- per posta elettronica (firmata e scannerizzata) al seguente indirizzo: direzione.patrimonio@comune.fi.it
- alla casella di posta certificata della direzione: direz.patrimonio@pec.comune.fi.it

 

Tutti i moduli sono in formato editabile e pertanto compilabili ON-LINE e successivamente presentabili allo sportello in formato cartaceo.

I moduli una volta compilati si possono salvare sul proprio PC.

 

Iter procedura

• Istanza da parte dei proprietari interessati
• Offerta da parte del Comune di Firenze con le modalità previste per la conclusione della pratica
• Pagamento dell’importo nei termini indicati e secondo le modalità specificate nell’offerta
• Determinazione dirigenziale di accertamento dell’importo da parte della Direzione Patrimonio con contestuale autorizzazione alla stipula;
• Redazione scheda tecnica e invio documentazione occorrente per la stipula all’ufficio Contratti del Comune di Firenze;
• Stipula del relativo atto con il quale si modifica il precedente, atto che potrà essere rogato da notaio oppure dal Segretario Comunale, con spese a carico dei richiedenti

Costi

La deliberazione comunale ha fissato nell’ottanta per cento la percentuale sul corrispettivo risultante dall’applicazione del comma 48, art. 31 L. 448/98, importo a cui verrà applicata una riduzione proporzionale commisurata al tempo trascorso fra la data di stipula della originaria convenzione (concessione del diritto di superficie o cessione in proprietà) e la data della richiesta.
Il valore di riferimento per il calcolo del corrispettivo è quello previsto con propria deliberazione adottata annualmente ai sensi dell’art. 172 comma 1 lettera C del D.L. 18 agosto 2000 n. 267 ed allegata al bilancio di previsione, con la quale viene determinato fra l’altro il prezzo di cessione delle aree da cedere in proprietà.

Avvertenze

Potranno beneficiare di tale procedimento i proprietari degli alloggi che non risultino inadempienti agli obblighi contrattuali assunti nelle originarie convenzioni stipulate con il comune.

Qualora l’intervento abbia beneficiato di un contributo agevolato da parte della Regione Toscana, in caso di vendita dell’alloggio entro il decimo anno, occorrerà richiedere a quest’ultima l’estinzione del contributo (con restituzione della residua quota) o il trasferimento del contributo stesso all’acquirente, qualora in possesso dei requisiti soggettivi per l’assegnazione di mutui agevolati. In caso di accertata cessione senza autorizzazione, la Regione Toscana provvederà al recupero dell’intero importo erogato in capo al venditore.

Normativa di riferimento

- art. 31, commi 46 e 47 della Legge 23 dicembre 1998 n°448;
- art. 31, comma 49 bis, della Legge 23 dicembre 1998 n°448;
- provvedimento deliberativo della Giunta Municipale del Comune di Firenze n°2012/G/00111 - 2012/00167 del 14/05/2012;

Ultimo aggiornamento: Martedì, 25 Settembre 2018

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *