Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) per la sostituzione, abbattimento con compensazione e capitozzatura degli alberi di proprietà non comunale

Descrizione

Sintesi delle procedure relative al procedimento SCIA da applicare nel territorio del Comune di Firenze in vigore dal 1 aprile 2019

Modalità di richiesta

Procedimento 

Gli interventi relativi ad alberi di proprietà non comunale necessitano, per quasi tutte le specie arboree, dell’acquisizione di specifico titolo abilitativo (SCIA) e sono disciplinati dalle seguenti disposizioni normative comunali (visualizzabili nei link, riquadro a lato) :
1. Regolamento del Patrimonio Arboreo della città, approvato con Delibera Consiglio Comunale n.58 del 6 Dicembre 2016;
2. Disciplinare del “Regolamento del patrimonio arboreo della Città” per le alberature di proprietà non comunale [richiamato come “atto o provvedimento” dalla Delibera del Consiglio Comunale n. 58/16 al punto 2 e nel testo del Regolamento agli artt. 12.6 (Attività di controllo SCIA) - 17.2 (Documentazione tecnica a corredo per SCIA d’urgenza) - 20.2 (Sanzioni)]”, approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 74 del 5 marzo 2019;
3. Allegato’A’  al Disciplinare - “Metodologia di calcolo del valore economico della pianta” ai fini degli artt. 4 e 6 del Disciplinare approvato con Delibera di Giunta  Comunale n.74 del 5 Marzo 2019. (Parametro C - Planimetria zonizzazione caratteristiche estetico paesaggistiche)

ALBERATURE RICADENTI IN ZONA SOGGETTA A VINCOLO PAESAGGISTICO 

Per gli alberi di proprietà non comunale che ricadono in zone sottoposte a Vincolo Paesaggistico si dovrà acquisire, precedentemente alla presentazione della SCIA, l’Autorizzazione Paesaggistica per tutti i casi in cui essa è prevista.     

A seconda dei casi, si potrà istruire la pratica  secondo la Procedura di PAESAGGISTICA ORDINARIA,  secondo la Procedura PAESAGGISTICA SEMPLIFICATA (ex dpr 31/2017). 

Per approfondimenti : Ufficio Paesaggistica – Direzione Urbanistica, Piazza San Martino 2. Referente Arch. Michele Martino Tel. 055 262 4509.

CASI PARTICOLARI:  STATO DI NECESSITA'

Qualora per ragioni di pericolo imminente si debba procedere in stato di necessità, debitamente documentato da un professionista qualificato e abilitato, gli interventi strettamente necessari a garantire la tutela della pubblica e privata incolumità, devono essere legittimati presentando la SCIA d’urgenza (art. 17 del Regolamento). 

MODULISTICA

Una volta individuata, a seguito della lettura della suddetta normativa di riferimento, la tipologia di intervento da attuare (sostituzione, capitozzatura e abbattimento con compensazione), le relative condizioni di fattibilità e il procedimento da attivare (SCIA o SCIA d’urgenza), occorre debitamente compilare e sottoscrivere da parte del titolare della SCIA e del professionista asseverante la relativa modulistica, nella quale sono raccolte tutte le dichiarazioni e le attestazioni necessarie per la formazione del titolo abilitativo all’intervento.

La modulistica costituisce un supporto utile per la verifica finale del progetto e fondamentale per la successiva trattazione della pratica da parte degli uffici, pertanto la SCIA, la SCIA d’urgenza e sua integrazione, la comunicazione di fine lavori e l’eventuale l’istanza di proroga, devono essere compilate obbligatoriamente facendo uso della seguente modulistica scaricabile ai link nel riquadro a lato:

Modulo A) SCIA (art. 12 del Regolamento)
Modulo B) SCIA d'urgenza (art. 17 del Regolamento)
Modulo C) Asseverazione integrativa SCIA d’urgenza (art. 17 del Regolamento)
Modulo D) Comunicazione fine attività (art. 14 del Regolamento)
Modulo E) Istanza di proroga (art. 13 del Regolamento)

Eventuali allegati alla modulistica:
Allegato 1 - Altri Titolari
Allegato 2 - Procura

NOTA BENE: poiché la modulistica potrà essere soggetta ad aggiornamenti è opportuno che sia scaricata direttamente dalla rete civica ogni volta che si presenti la necessità di procedere alla presentazione della stessa.

 

PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL GDPR 2016/679 E NORMATIVA NAZIONALE VIGENTE IN MATERIA 
Si ricorda che nella modulistica di cui sopra è contenuta la dichiarazione relativa alla presa visione dell’”Informativa dettagliata” redatta dall’Amministrazione ai sensi del GDPR 2016/679, art. 13, e del DLgs 196/2003, art. 13, (Codice Privacy), e alla prestazione del consenso, laddove necessario, al trattamento dei dati. 
Si ricorda altresì che il Comune di Firenze, in qualità di titolare (con sede in Piazza Signoria 1, Firenze; PEC: protocollo@pec.comune.fi.it; centralino: +39 055 055) tratterà i dati personali conferiti con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per finalità previste dal Regolamento UE, GDPR 2016/679, in particolare per lo svolgimento dei propri compiti di interesse pubblico o comunque connessi all’esercizio dei propri pubblici poteri anche ai sensi di quanto disposto dal D.Lgs n. 267 del 18 agosto 2000, ivi incluse finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici.
I dati personali conferiti consentono di procedere all’esame della SCIA e/o istanza/comunicazione secondo quanto previsto dalla disciplina di settore vigente.
I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario, a seconda del procedimento amministrativo attivato, e saranno successivamente conservati ed archiviati in conformità alle normative sulla conservazione della documentazione amministrativa.
I dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale e dalla normativa di settore ed indicati nell’informativa dettagliata, visionabile al link a lato: Informativa dettagliata trattamento dati - GDPR UE 2016/679

MODALITA' DI PRESENTAZIONE (Art. 2 del Disciplinare)

La modulistica deve essere presentata agli Uffici della Direzione Ambiente in formato digitale PDF/a, mediante scansione dell’originale, a mezzo PEC all’indirizzo: direz.ambiente@pec.comune.fi.it
All’Amministrazione sono dovuti i diritti di istruttoria nella misura di € 30,00Il pagamento deve essere effettuato accedendo a questo link  Pagamento Abbattimento Alberi Privati.

QUANDO SI POSSONO FARE GLI INTERVENTI

Gli interventi di sostituzione, abbattimento con compensazione e capitozzatura possono essere eseguiti dopo che la SCIA sia stata presentata agli Uffici della Direzione Ambiente seguendo le modalità sopra descritte. 
 

CONTROLLI

Tutte le SCIA sono soggette a controllo formale relativamente a completezza e correttezza (titolarità, abilitazioni, firme, ecc.).

Sono soggette mensilmente a controllo, anche sostanziale, almeno il 10% delle SCIA presentate il mese precedente sulla base della seguente ripartizione:
40% (arrotondato per eccesso), nei casi di urgenza;
20% (arrotondato per eccesso), nei casi fuori vincolo paesaggistico;
40% (arrotondato per eccesso), nei casi in vincolo paesaggistico.

SANZIONI
Sugli interventi sottoposti a SCIA l’Amministrazione ha poteri di vigilanza e controllo, attribuiti dal combinato disposto degli artt. 19 della L. 241/1990 e sue successive modifiche ed integrazioni e dell’art. 15 del Regolamento, e conseguentemente adotta provvedimenti inibitori e sanzionatori (artt. 5 e 6 del Disciplinare).

COMPENSAZIONE ECONOMICA E RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI
Ai fini della determinazione del “valore economico della pianta” nei casi della “compensazione economica” (art. 1, p. 6 e art. 4 del Disciplinare) e del “ripristino dello stato dei luoghi” (art. 6 del Disciplinare), dovrà essere utilizzato obbligatoriamente il metodo di auto calcolo descritto nell’Allegato ‘A’ del Disciplinare intitolato  “Metodologia di calcolo del valore economico della pianta” visionabile a lato unitamente al Parametro C - Planimetria zonizzazione caratteristiche estetico paesaggistiche.  

RATEIZZAZIONI 
Al fine del pagamento delle somme relative al “valore economico della pianta” potrà essere richiesta la rateizzazione delle stesse alle condizioni indicate all’art. 23 del nuovo Regolamento di Contabilità approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 51 del 29 ottobre 2018, che prevede la presentazione di una specifica istanza e, qualora questa sia concessa, la successiva presentazione di una garanzia fideiussoria che garantisca al Comune  il residuo dell’importo non versato a titolo di acconto, maggiorato degli interessi legali per il lasso di  tempo corrispondente al  periodo di  rateizzazione (anno 2019  tasso di  interesse 0,8%).

 

Requisiti del richiedente

Le indicazioni che seguono sono riferite alla presentazione delle Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) e relativa procedura, in vigore dal giorno 1 aprile 2019. Alle istanze di autorizzazione presentate fino alla data del 31 marzo 2019 continuerà ad essere applicata, ai fini della definizione dell’istanza di autorizzazione, la precedente normativa Comunale.

Il richiedente deve essere la persona fisica o giuridica proprietaria o avente analogo titolo, dell'area sulla quale insiste l'alberatura oggetto di domanda.
 

Informazioni

SCIA PRESENTATE DAL 1 APRILE 2019 

IMPORTANTE AVVISO : dal 13/06/2019 l'ufficio è stato trasferito presso la sede del Q.2 a Villa Arrivabene 2° piano - tel. 055 276.7825 e tel. 055 276.7859

Per informazioni di natura tecnica e per notizie specifiche sulle pratiche è possibile rivolgersi all’Ufficio “Alberature Private – Gestione pratiche SCIA” con ubicazione presso la sede del Q.2 a Villa Arrivabene 2° piano -tel. 055 276.7825 e tel. 055 276.7859

Orario di apertura al pubblico: martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30
riferimento ai recapiti di seguito indicati.

Quartiere 1      Inglis John                      mail:  john.inglis@comune.fi.it

Quartiere 2      Cozzi Cesare                  mail:  cesare.cozzi@comune.fi.it

Quartiere 3      Inglis John                      mail:  john.inglis@comune.fi.it

Quartiere 4      Cozzi Cesare                  mail:  cesare.cozzi@comune.fi.it

Quartiere 5     Bendinelli Angela          mail:  angela.bendinelli@comune.fi.it

tel. 055 276.7825 e tel. 055 276.7859

Responsabile dell'Ufficio Alberature Private – Gestione pratiche SCIA e del procedimento: Dott. For. Filippo Puleri (mail: filippo.puleri@comune.fi.it) tel. 276 7825

 


 

 

 

 

Avvertenze

 LINEE GUIDA PER LE POTATURE

Il Comune di Firenze, in collaborazione con l'ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della Provincia di Firenze, ha redatto delle linee guida per la potatura degli alberi in ambiente urbano rivolte non soltanto agli addetti ai lavori ma anche agli appassionati e ai proprietari di alberi ed aree verdi (vedi Link esterno).

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento
Gli interventi relativi ad alberi di proprietà non comunale sono disciplinati dalle seguenti disposizioni:
1. Regolamento del Patrimonio Arboreo della città, approvato con Delibera Consiglio Comunale n.58 del 6 Dicembre 2016;
2. Disciplinare del “Regolamento del patrimonio arboreo della Città” per le alberature di proprietà non comunale [richiamato come “atto o provvedimento” dalla Delibera del Consiglio Comunale n. 58/16 al punto 2 e nel testo del Regolamento agli artt. 12.6 (Attività di controllo SCIA) - 17.2 (Documentazione tecnica a corredo per SCIA d’urgenza) - 20.2 (Sanzioni)]”, approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 74 del 5 marzo 2019;
3. Allegato’A’ “Metodologia di calcolo del valore economico della pianta” ai fini degli artt. 4 e 6 del Disciplinare approvato con Delibera di Giunta  Comunale n.74 del 5 Marzo 2019. 

 

 

 

 

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Direzione Ambiente - Servizio Parchi, Giardini e Aree Verdi
Responsabile
Dirigente vacante - Resp. Puleri Filippo
Indirizzo
Via Benedetto Fortini n° 37 - 50125 Firenze
Tel
055.2625344
E-mail
filippo.puleri@comune.fi.it

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi