Buoni spesa alimentare

Per fruire del servizio - i servizi on-line collegati

Richiesta buoni spesa per emergenza CoVid19

Descrizione

Il buono spesa alimentare è erogato dal Comune di Firenze a favore delle famiglie più esposte agli effetti economici dell’emergenza epidemiologica da virus Covid19. La richiesta del buono è solo on line.

Modalità di richiesta

La richiesta può essere inoltrata solo online.
 

Requisiti del richiedente


Possono accedere i nuclei familiari residenti nel Comune di Firenze al momento della richiesta.

A) Nucleo familiare in possesso di uno o più dei seguenti requisiti economici:

Assenza di redditi da lavoro dei componenti maggiorenni del nucleo, per modifiche della condizione occupazionale intervenute a partire dalla dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica CoViD-19 (Delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020) e per ragioni connesse alla stessa:

- nel caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato: per risoluzione del rapporto di lavoro (allegare apposita documentazione); per sospensione dell’attività lavorativa, in assenza/attesa di attivazione di ammortizzatore sociale (allegare apposita documentazione)
- nel caso di lavoratore dipendente a tempo determinato o impiegato con tipologie contrattuali flessibili: per conclusione del rapporto di lavoro (allegare apposita documentazione);
- nel caso di lavoratore autonomo e titolari di impresa individuale: per cessazione, sospensione o consistente riduzione della propria attività, in qualunque forma esercitata, se rientrante tra quelle inserite nell’elenco delle attività considerate non essenziali (codice ATECO) indicate all’allegato al decreto M.I.S.E. del 25 marzo 2020 (indicare numero di partita IVA);
- nel caso di lavoratore intermittente o a chiamata: per consistente riduzione della propria attività (allegare contratto di lavoro).


B) Nucleo familiare già segnalato, seguito o in carico al Servizio Sociale Professionale del Comune di Firenze e per il quale sia stato riconosciuto, con apposita valutazione da parte dell’Assistente sociale, lo stato di bisogno e l’opportunità di un intervento di sostegno alimentare in relazione a condizioni venutesi a determinare a seguito dell’emergenza epidemiologica da CoViD-19.

Patrimonio mobiliare, limiti per accedere ai buoni spesa
Il buono spesa alimentare non sarà erogato ai nuclei familiari i cui componenti maggiorenni siano titolari di uno o più depositi e conti correnti bancari e postali, o altre forme di patrimonio mobiliare (non gravato da diritti reali di garanzia e al netto dei depositi vincolati) il cui saldo contabile attivo, al lordo degli interessi, al 31 marzo 2020, sia superiore a una soglia di € 6.000, accresciuta di € 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di € 12.000.

Perdita dei requisiti per l’accesso ai buoni spesa
L’attivazione di nuove misure nazionali, regionali e comunali di sostegno al reddito o di ammortizzatori sociali in favore dei beneficiari del presente avviso, o l’instaurazione di nuovi rapporti di lavoro determinerà l’immediata cessazione dei benefici concessi. I beneficiari hanno l’obbligo di comunicare tempestivamente al Comune di Firenze la perdita dei requisiti per l’accesso ai benefici (attivazione di altre e nuove misure assistenziali, recupero del precedente o avvio di un nuovo lavoro, etc.).
Non si procederà al riconoscimento del buono spesa alimentare per i richiedenti iscritti presso convivenze anagrafiche.

Iter procedura

È necessario prendere visione dell’Avviso. I nuclei familiari non in carico al servizio sociale, ma in possesso di uno dei requisiti dell’Avviso, dovranno accedere alla procedura online che il Comune di Firenze ha messo a disposizione.

La procedura prevede due distinti moduli di richiesta:

  • uno per i possessori di credenziali S.P.I.D. Carta di identità elettronica (CIE) e tessera sanitaria attivata come carta nazionale dei servizi (CNS)
  • uno per i cittadini che non posseggono un sistema di identità digitale.
     

I possessori di identità digitale, al termine della procedura on line, riceveranno alla mail indicata nella form di compilazione, l’indicazione dell’importo dei buoni spesa cui hanno diritto e un link con cui accedere al sistema online di prenotazione dell’appuntamento agli Sportelli al cittadino- URP del quartiere di residenza, per il ritiro dei buoni stessi.

Per i cittadini sprovvisti del sistema di identità digitale, a seguito della verifica di completezza dei documenti e delle informazioni fornite nel modulo, il Comune invierà una mail contenente l’approvazione della richiesta, l’importo dei buoni spesa cui il richiedente ha diritto e un link con cui accedere al sistema online di prenotazione dell’appuntamento alla Direzione Servizi Sociali, in Viale De Amicis 21, per il ritiro dei buoni stessi.
In caso di non approvazione della richiesta, il Comune invierà risposta.

Al momento del ritiro del buono, è necessario che il richiedente si presenti agli Sportelli al cittadino-URP del Quartiere di residenza o alla Direzione Servizi Sociali del Comune di Firenze munito di documento di riconoscimento.
Il mancato rispetto dell'appuntamento comporta la decadenza della richiesta. È fatta salva comunque la possibilità di presentazione di nuova domanda.

I buoni spesa verranno erogati fino ad esaurimento degli stanziamenti previsti. L’erogazione dei buoni spesa avviene in un’unica soluzione.

Informazioni

Solo per informazioni di tipo generale o per chiedere chiarimenti sui requisiti ci si può rivolgere ai seguenti numeri telefonici dal lunedì al venerdì in orario 9-17:
Numero del Progetto #iorestoacasa: 055 3282200
Numero verde del Segretariato sociale: 800 508286

Per i non udenti e nel caso di problematiche tecniche scrivere a: buonospesacovid19@comune.fi.it

 

Avvertenze

E' responsabilità di ciascun richiedente inserire il codice ATECO corretto della propria attività economica.
Il codice ATECO è rilevabile dalla visura camerale oppure dal certificato dell'Agenzia delle Entrate per l'assegnazione del numero di Partita Iva.

Il Comune di Firenze provvederà alla verifica delle dichiarazioni rese in sede di presentazione dell’istanza nonché della tempestiva comunicazione sulla perdita dei requisiti provvedendo, in caso di accertata mendacità, al recupero delle somme erogate e alla denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR n. 445/00.


L’uso fraudolento dei sistemi di richiesta del buono e di prenotazione del ritiro dei buoni comporteranno, parimenti, la decadenza dal beneficio e la segnalazione all’autorità giudiziaria.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Direzione servizi sociali
E-mail
Solo per i non udenti e per problematiche tecniche buonospesacovid19@comune.fi.it
Orario di apertura
È possibile accedere al servizio di richiesta dei buoni spesa a partire dalle ore 14,30 di lunedì 6 aprile 2020

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi