Cambio di alloggio comunale ERP assegnato

Descrizione

ATTENZIONE! Con determinazione n. 5600 del 14.09.2020 è stato approvato il Bando di Mobilità Generale destinato ad assegnatari ordinari di alloggi di ERP anno 2020. Sarà possibile presentare domanda esclusivamente mediante la procedura online dedicata collegandosi al seguente link:

https://servizionline.comune.fi.it/bandoerp/node/77

Ai fini della necessaria razionalizzazione nell’utilizzo degli alloggi di E.R.P., la Legge della Regione Toscana n. 2/2019,  il Regolamento Comunale di E.R.P. e Mobilità e il Programma di Mobilità 2020-2022 prevedono e disciplinano l’istituto della mobilità. Essa è una procedura, attivabile su domanda degli interessati (mobilità ordinaria) o d’ufficio, mediante la quale i nuclei familiari assegnatari di alloggi E.R.P. procedono con un cambio di abitazione per motivi inerenti ad intervenute situazioni di disagio abitativo o a provvedimenti amministrativi eseguibili coattivamente.

Esistono tre tipologie di mobilità:

1) Mobilità su istanza di parte che avviene mediante partecipazione al Bando online;

2)Mobilità consensuale e consensuale intercomunale;


3) Mobilità d'ufficio tramite segnalazione da parte del Servizio Sociale e dell'ente gestore da valutare in sede di Commissione ERP.

Modalità di richiesta

Perr partecipare al bando, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 10.00 del 15 settembre 2020 esclusivamente on line accedendo al seguente link:https://servizionline.comune.fi.it/bandoerp/node/77

Per accedere alla procedura di inserimento online l’utente deve essere in possesso alternativamente di una delle seguenti modalità:
A) Credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)
B) Credenziali di accesso rilasciate dal Comune;
C) Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
D) Carta di identità elettronica (CIE);

Per le istanze dirette alla Commissione ERP e Mobilità in caso di provvedimenti a tutela dell'incolumità personale si prega di contattare l'ufficio tramite mail.

Il modulo di richiesta di mobilità consensuale (All. B) e  mobilità intercomunale consensuale (All. C), debitamente compilato e firmato, nonché corredato dagli allegati, dalla copia del documento di riconoscimento della/del richiedente, deve essere indirizzato alla Direzione Servizi Sociali – Servizio Casa ed inoltrato con una delle seguenti modalità:

· via PEC all'indirizzo: direzione.servizisociali@pec.comune.fi.it

· via e-mail all’indirizzo: cambioalloggio@comune.fi.it

· con raccomandata A/R indirizzata a: Comune di Firenze, Direzione Servizi Sociali – Servizio Casa, Via dell’Anguillara n. 21 – 50122 Firenze;

Alla domanda redatta dalle Associazioni o dai Sindacati, per conto dei propri assistiti, deve essere allegata, oltre alla documentazione sopra specificata, la copia dell’atto di conferimento del mandato.

La domanda deve essere resa legale con l'applicazione di una marca da bollo del valore di 16 euro.

Requisiti del richiedente

Per tutte le tipologie mobilità il richiedente, assieme al suo nucleo familiare deve essere in possesso dei seguenti requiti alla data di presentazione della domanda:

a) essere assegnatari ordinari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP);

b) avere la cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all'Unione europea, ovvero, se cittadino non appartenente all'Unione Europea, di possedere il permesso di soggiorno almeno biennale e che eserciti una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo (solo per il richiedente);

c) essere residenti nel Comune di Firenze (per assegnatari E.R.P del Comune di Firenze);

d) assenza di una condizione di morosità nel pagamento dei canoni di locazione e delle quote accessorie per servizi;

e) non essere inadempienti alle norme contrattuali;

f) assenza di condanne passate in giudicato per delitti non colposi per i quali è prevista la pena detentiva non inferiore a cinque anni ovvero avvenuta esecuzione della relativa pena, nonché assenza di condanne definitive per i casi previsti dall’art. 38, comma 4, della L.R.T. n. 2/2019 (solo per il richiedente);

g) possesso dei requisiti previsti per il mantenimento del diritto di assegnazione, nello specifico:

g.1. ISEE in corso di validità non superiore ad €. 36.151,98, salvo che all’interno del nucleo familiare con ISEE uguale o inferiore ai 50.000 euro, sia presente un soggetto con invalidità riconosciuta al cento per cento (lett. n, art. 38 L.R.T. n.2/2019);

g.2. assenza di titolarità, da parte di tutti i componenti del nucleo familiare, di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare ubicato ad una distanza pari o inferiore a 50 Km. dal Comune di Firenze (lett. d1, Allegato A, della L.R.T. n. 2/2019);

g.3. assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili o quote di essi ubicati su tutto il territorio italiano o all'estero, compresi quelli dove ricorre la situazione di sovraffollamento, il cui valore complessivo sia superiore a 31.250,00 euro. Per gli immobili situati in Italia il valore è determinato applicando i parametri IMU mentre per gli immobili situati all'estero il valore è determinato applicando i parametri IVIE (IVIE Imposta Valore Immobili Estero).

I titolari di diritti di proprietà di un solo immobile ad uso abitativo possono presentare domanda se dimostrano documentalmente l’indisponibilità o l’inagibilità dello stesso secondo quanto disposto nell'allegato A delle Legge RT 2/2019.

g.4. assenza di patrimonio mobiliare del nucleo familiare a fini ISEE, calcolato ai sensi della legge regionale 2/2019, superiore a 75.000,00 euro;

g.5. assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di natanti o imbarcazioni a motore o a vela iscritti nei prescritti registri, acquisiti dopo l’entrata in vigore della L.R.T n. 2/2019, salvo che costituiscano beni strumentali aziendali.

g.6. assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di titolarità di un autoveicolo immatricolato negli ultimi 5 anni avente potenza superiore a 80 KW (110 CV), acquisito dopo l’entrata in vigore della L.R.T n. 2/2019. In caso di veicoli a propulsione ibrida non viene considerato l'apporto del propulsore elettrico. Sono fatti salvi gli autoveicoli che costituiscono beni strumentali aziendali.

g.7. assenza da parte del nucleo familiare di un patrimonio complessivo superiore al limite di 100.000,00 euro (Il patrimonio complessivo è composto dalla somma del patrimonio immobiliare e del patrimonio mobiliare, fermo restando il rispetto dei limiti di ciascuna componente come fissati dalla L.R. 2/2019);

g.8. assenza da parte di tutti i componenti il nucleo familiare di attuale occupazione abusiva di alloggi di ERP senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, nonché di occupazioni non autorizzate, secondo quanto disposto dalla normativa in materia, nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda.

h) assenza condizioni di decadenza dalla titolarità del diritto di assegnazione previste dall'articolo 38 della L.R. 2/2019 (mancata utilizzazione dell'alloggio, cessione dell'alloggio a terzi o mutazione destinazione d'uso, esecuzione opere abusive, aver adibito l'alloggio ad attività illecite, aver commesso gravi violazioni delle norme regolamentari, ecc.).

La ricezione della comunicazione dell’avvio del procedimento di decadenza a proprio carico non impedisce la presentazione della domanda, che sarà accettata con riserva e valutata solo ad avvenuta conclusione del procedimento di decadenza.

2. I requisiti, di cui sopra, debbono essere posseduti da parte del richiedente e degli altri componenti il nucleo familiare alla data di presentazione della domanda, nonché al momento dell’assegnazione del nuovo alloggio.

Documentazione da presentare

-La domanda online al bando di mobilità deve essere corredata dai documenti indicati nel Bando.

-La domanda per la mobilità consensuale e per la mobilità consensuale intercomunale deve essere corredata, a pena di esclusione, dai seguenti documenti:

a) copia documento di riconoscimento del richiedente;

b) copia del permesso di soggiorno in corso di validità oppure ricevuta attestante la richiesta di rinnovo per i componenti stranieri del nucleo familiare e documentazione attestante una regolare attività di lavoro subordinata o di lavoro autonomo;

c) provvedimento comprovante l’indisponibilità o inagibilità dell’alloggio di proprietà;

d) documentazione medica e/o amministrativa attestante l’invalidità e/o lo stato di handicap;

e) per i casi di pericolo dell’incolumità personale: i provvedimenti dell’autorità competente in materia (sentenza, ordinanza, ecc…).

Iter procedura

Mobilità ordinaria (o su istanza di parte)

Il Comune emana periodicamente un Bando di Mobilità al quale ogni nucleo familiare, assegnatario definitivo di alloggio di E.R.P., può partecipare, chiedendo la mobilità per intervenuti cambiamenti delle condizioni socio familiari e di salute. La domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno. Il Comune, conclusa la fase istruttoria, assegna al nuclei ammessi un punteggio ed approva una graduatoria, disponendo aggiornamenti periodici, di norma semestrali. La Giunta Comunale, con l’approvazione del Programma di Mobilità biennale, individua la percentuale degli alloggi disponibili da destinare alla mobilità per ogni annualità.

E' possibile presentare la domanda esclusivamente online.

Mobilità d’Ufficio.

Il Comune procede d’ufficio nei casi previsti dalla normativa regionale. Il Regolamento Comunale stabilisce, inoltre, che nel caso di grave disagio sociale accertato dal Servizio Sociale, o in situazioni di criticità sociale comprovate da Casa S.p.A., nonché in casi di pericolo dell’incolumità personale o familiare accertati dalle autorità competenti, la Commissione E.R.P. e Mobilità, su proposta del Presidente, esprime parere in merito all’adozione di un provvedimento di mobilità in via prioritaria.

Per i casi relativi al pericolo dell’incolumità personale o familiare, si prega di contattare l'ufficio tramite mail. La domanda deve essere resa legale con l'applicazione di una marca da bollo del valore di 16 euro.

Mobilità Consensuale

La mobilita consensuale consente agli assegnatari di alloggi di ERP del Comune di Firenze di procedere con uno scambio di alloggi sulla base di un preventivo accordo dagli stessi raggiunto. Gli interessati devono avanzare richiesta al Comune di Firenze, mediante la consegna dell’apposito modulo (All. B), debitamente compilato e sottoscritto, con i rispettivi allegati indicati nella sezione “Documentazione da presentare”. Il Servizio Casa – in collaborazione con Casa SpA – verifica i requisiti per il mantenimento del diritto di assegnazione dei nuclei familiari e accerta la mancata realizzazione di emergenti situazioni di sottoutilizzo o sovraffollamento. Solo dopo il parere favorevole della Commissione E.R.P. e Mobilità, il Servizio Casa autorizza il cambio degli alloggi nello stato di fatto in cui essi si trovano.

La domanda deve essere resa legale con l'applicazione di una marca da bollo del valore vigente.

Mobilità intercomunale

Il Comune di Firenze può autorizzare esclusivamente la mobilità entro l’ambito del Lode Fiorentino nella forma del Cambio Consensuale, previo parere espresso dalla Commissione E.R.P. e Mobilità e in accordo con Casa S.p.A. Gli interessati alla mobilità intercomunale consensuale devono consegnare il modulo (All. C), debitamente compilato e sottoscritto, con i rispettivi allegati indicati nella sezione “Documentazione da presentare”.

Costi

 Marca da bollo da 16 euro

Tempi

Gli interessati alla Mobilità potranno presentare domanda in qualsiasi momento dell’anno. Il Comune provvede ad aggiornare la graduatoria con cadenza semestrale: 30 giugno per le domande pervenute entro il 1° maggio, 31 dicembre per le domande pervenute entro il 15 novembre, salvo motivate situazioni di necessità.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 10.00 del 15 settembre 2020. Eventuali domande di partecipazione al presente Bando che dovessero pervenire al Servizio Casa con modalità diverse dalla procedura online dedicata non verranno valutate ai fini dell’inserimento in graduatoria.Un elenco provvisorio degli ammessi e degli esclusi verrà pubblicato per 15 giorni all’Albo Pretorio e nella presente scheda servizio.
5. Sarà possibile presentare ricorso avverso l’elenco provvisorio degli ammessi e degli esclusi per un periodo di 10 giorni a partire dal giorno di pubblicazione della graduatoria provvisoria seguendo l’apposita procedura on line sul sito del Comune di Firenze.

Modalità di fruizione

I soggetti in possesso dei requisiti sono collocati in graduatoria in ordine di punteggio, attribuito secondo quanto indicato all’art. 5 del presente bando.Gli alloggi di E.R.P. disponibili destinati alla mobilità sono assegnati secondo l’ordine delle domande nella graduatoria risultante dall’ultimo aggiornamento e nel rispetto degli standard abitativi stabiliti dalla Legge Regionale n.2/2019.Al fine di provvedere all'assegnazione dell'alloggio, gli aventi diritto sono convocati per l’accettazione dell’alloggio idoneo proposto tramite Pec, E-mail, raccomandata A/R, o altra modalità stabilita dal Comune. I recapiti utilizzati sono quelli  indicati dal richiedente nel modulo di domanda.
 Qualora l’interessato non si presenti nel giorno e nell’ora indicati nella convocazione,  che potrà avvenire anche con videochiamata, l’Ufficio procede con una nuova comunicazione inviata tramite raccomandata A/R. La mancata presentazione del richiedente – alla seconda convocazione -  comporterà la sua esclusione dalla graduatoria.

Informazioni

Per informazioni è possibile telefonare dalle  ore 11.00 alle ore 13  di giovedì  al numero  055 2769608,  oppure mandare una mail a: cambioalloggio@comune.fi.it

Avvertenze

Il Comune di Firenze non invierà comunicazioni personali ai soggetti richiedenti il cambio di alloggio per mobilità; i provvedimenti relativamente alle ammissioni e alle esclusioni saranno pubblicati all’Albo Pretorio online e sulla pagina istituzionale del Comune dedicata al cambio di alloggio https://servizi.comune.fi.it/servizi/scheda-servizio/cambio-di-alloggio-comunale-erp-assegnato 
La graduatoria degli ammessi e l’elenco degli esclusi saranno pubblicati in forma anonima secondo la vigente normativa sulla privacy. Il codice numerico assegnato a ciascun utente è indicato nella ricevuta inviata in formato pdf via e-mail una volta inserita ed inviata la domanda online.
La Graduatoria definitiva ha validità fino alla data della graduatoria aggiornata.
All'approvazione della graduatoria derivante dal presente nuovo “Bando Generale di Mobilità”, la graduatoria esistente comprensiva dell'aggiornamento non avrà più validità e, quindi, dovranno essere presentate nuove domande da parte di tutti gli interessati.

Normativa di riferimento

LRT n. 2/2019 - "Disposizioni in materia di Edilizia Residenziale Pubblica" (ERP)

Regolamento ERP approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.61 del 09/12/2019

Informativa ai sensi degli art. 13-14 del GDPR (General Data Protection Regulation) 2016/679 e della normativa nazionale : https://www.comune.fi.it/pagina/privacy

Riferimenti e contatti

Ufficio
Direzione Servizi Sociali - Servizio Casa - P.O. Sostegno all'Abitazione
Referente
Dott. Marco Muci
Responsabile
Dott.ssa Rosanna Onilde Pilotti
Indirizzo
Via dell' Anguillara n. 21 - 50122 FIRENZE
Tel
055055 0552769608
E-mail
cambioalloggio@comune.fi.it
Orario di apertura
L'UFFICIO RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO. PER NECESSITA' SCRIVERE ALLA MAIL CONTENUTA NELLA SCHEDA O CHIAMARE LO 0552769608 il giovedì dalle 11 alle 13.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi