Riscossione Coattiva

Riscossione Coattiva

Ufficio: Direzione Risorse Finanziarie - Servizio Riscossione Coattiva, Contenzioso e Recupero Evasione Fiscale
Referente: P.O. Riscossione coattiva
Responsabile: Guidi Alessandro
Indirizzo: Via del Parione n. 7 - 50123 FIRENZE
Tel: 055 055
E-mail: inforiscossione@comune.fi.it
Orario di apertura: Il Contact Center (055055) fornisce informazioni e supporto su tutte le fasi della Riscossione Coattiva e dà la possibilità di fissare un appuntamento. Lo sportello di Via del Parione riceve lunedì orario 9-13, giovedì orario 15-17 e venerdì orario 9-13

Descrizione

La riscossione coattiva viene attivata quando le somme dovute al Comune per entrate, sanzioni ed interessi non vengono versate dal contribuente entro i termini indicati nell'atto originario.

A partire dall'anno 2014 la riscossione coattiva è gestita direttamente dall'Ente.

Le cartelle coattive notificate entro il 31/12/2013 sono gestite tramite ruolo dal concessionario nazionale della riscossione Equitalia.

Iter procedura

Da menu a sinistra, alla voce "Link esterni" e "Schede collegate" possono essere consultate informazioni di dettaglio, in particolare si rimanda alla pagina "Paga prima, Costa meno"

 

Modalità di fruizione

COME PRESENTARE ISTANZE DI ACCESSO, REVISIONE O RATEIZZAZIONE
E’ possibile presentare richieste di accesso agli atti, revisione o rateizzazione esclusivamente Online, compilando i moduli accessibili da menu "Link esterni", alla voce "Riscossione Online".
 
 
COME PAGARE
E’ possibile pagare il SOLLECITO di pagamento in un’unica soluzione attraverso le seguenti modalità:
  • con bollettino di conto corrente postale n° 001022487548, intestato a Comune di Firenze – Riscossione Coattiva - Servizio Tesoreria, allegato al sollecito di pagamento;
  • con bonifico IBAN IT 47X0760102800001022487548 intestato a COMUNE DI FIRENZE BIC/SWIFT BPPIITRRXXX  indicando nello spazio causale/note ESCLUSIVAMENTE  il  codice riportato sull’avviso.
E’ possibile pagare l’INGIUNZIONE di pagamento in un’unica soluzione attraverso le seguenti modalità:
  • con bollettino di conto corrente postale n° 001021125404, intestato a Comune di Firenze – Riscossione Coattiva - Servizio Tesoreria, allegato al sollecito e all’ingiunzione di pagamento;
  • con bonifico IBAN IT 66Q0760102800001021125404 intestato a COMUNE DI FIRENZE BIC/SWIFT BPPIITRRXXX  indicando nello spazio causale/note ESCLUSIVAMENTE  il  codice riportato sull’avviso.
Oppure, per entrambi i tipi di avviso:
  • presso gli sportelli della Tesoreria Comunale (CR Firenze) e tutti gli sportelli italiani di Banca Intesa San Paolo, indicando nella causale di versamento ESCLUSIVAMENTE il  codice riportato sull’avviso;
  • ONLINE con carta di credito sul sito del Comune di Firenze collegandosi alla pagina "Paga Prima - Costa Meno" indicando nella causale di versamento ESCLUSIVAMENTE  il  codice riportato sull’avviso.
ATTENZIONE: Qualora non venga riportato ESCLUSIVAMENTE ed  in modo ESATTO  il  codice suddetto nello spazio causale/note del versamento NON si potrà procedere ad una sua  corretta contabilizzazione.
 
 
COME PAGARE A RATE
E’ possibile richiedere una rateizzazione di quanto dovuto nell’ingiunzione di pagamento, in rate mensili secondo il seguente schema:
 
fino ad un importo totale pari a  € 100,00    nessuna rateizzazione
da € 100,01                 a €     200,00  fino a   3 rate mensili
da € 200,01                 a €     500,00  fino a   6 rate mensili
da € 500,01                 a €  3.000,00  fino a 12 rate mensili
da € 3.000,01              a €  6.000,00  fino a 18 rate mensili
da € 6.000,01              a € 20.000,00 fino a 36 rate mensili
da € 20.000,01            a € 50.000,00 fino a 60 rate mensili
oltre € 50.000,00                               fino a 72 rate mensili
 
ed in base alle seguenti regole:
  • Il tasso di interesse applicato è pari all’interesse legale.
  • La rata di pagamento minima è pari a 50,00 euro.
  • L’importo della prima rata deve essere versato entro l’ultimo giorno del mese successivo al rilascio dell'autorizzazione alla rateizzazione. Le altre rate scadono l’ultimo giorno di ciascun mese.
  • Il mancato pagamento della prima rata entro la scadenza o di due rate anche non consecutive comporta la decadenza dalla rateazione e l’obbligo di pagamento entro 30 giorni in unica soluzione del debito residuo.
  • Nei casi di decadenza dal beneficio non è ammessa ulteriore dilazione.

Avvertenze

In caso di presentazione di un'istanza di annullamento/revisione su un sollecito o ingiunzione di pagamento, che non riguardi esclusivamente l'operato dell'URC, l'istanza sarà inoltrata alla Direzione titolare della somma richiesta, in qualità di ufficio competente a decidere in merito alla richiesta.
Nel caso la richiesta venga accolta, a seguito di comunicazione della Direzione competente, l’avviso di pagamento sarà annullato e nulla sarà dovuto.
Nel caso la richiesta venga parzialmente accolta, a seguito di comunicazione della Direzione competente, l’avviso di pagamento sarà rettificato e sarà dovuto quanto rideterminato oltre all’eventuale rimborso delle spese amministrative e di notifica eventualmente presenti nell’atto originario.
Nel caso, infine, che la richiesta non venga accolta, sarà cura della Direzione competente provvedere ad inviarle il diniego di accoglimento. In questo caso, rimane dovuto quanto richiesto inizialmente, fatto salvo eventuali le altre somme maturate nel frattempo.

 

Ultimo aggiornamento: Lunedì, 26 Giugno 2017

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *