Biblioteche Comunali Fiorentine - Prestito, rinnovo, restituzione e prenotazione materiale documentario

Descrizione

Da lunedì 12 2020 ottobre è possibile accedere alle biblioteche liberamente per utilizzare il servizio di prestito e restituzione.

Requisiti del richiedente

Iscrizione alle Biblioteche Comunali Fiorentine o ad una delle biblioteche del sistema SDIAF

Documentazione da presentare

Iscrizione Biblioteche Comunali Fiorentine o ad una delle biblioteche del sistema SDIAF

Costi

Per le biblioteche del sistema SDIAF e per molte altre biblioteche toscane il servizio è gratuito, finanziato dalla Regione Toscana e dallo SDIAF. Per altre biblioteche è richiesta la disponibilità a coprire eventuali costi di spedizione.

Modalità di fruizione

Si accede alla biblioteca mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro utilizzando la mascherina protettiva che copra naso e bocca e dopo aver disinfettato le mani con soluzioni idroalcoliche.

All'ingresso viene misurata la temperatura e non si può entrare se supera i 37,5° oppure se si hanno sintomi da infezione respiratoria, tosse e respiro corto.

Il servizio è assicurato nel rispetto di tutte le indicazioni igienico-sanitarie indicate dalle disposizioni legislative per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. Tutti gli ambienti accessibili al pubblico e al personale sono sanificati regolarmente e sono adottate tutte le misure in grado di garantire un buon ricambio d’aria. Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza, con la riapertura delle sale, sarà organizzato un servizio di sorveglianza.

Come regola di buon senso da applicare sempre, ma soprattutto in questo periodo, non è consigliato bagnarsi le dita con la saliva per voltare le pagine dei libri, si è invitati a non tossire o starnutire sui documenti e a maneggiare i libri della biblioteca solo dopo avere pulito e disinfettato le mani.

I dati relativi alle persone che si sono prenotate per l’uso degli spazi sono conservati per 15 giorni allo scopo di avvisare tutti gli interessati nel caso uno degli utenti presenti in quell’intervallo di tempo sia risultato positivo al Covid-19.

Informazioni

Prestito: per accedere al servizio è necessaria l'iscrizione. Il prestito è personale e si conclude con la restituzione alla biblioteca dei documenti entro il termine di scadenza. Per favorire la circolazione dei materiali ogni biblioteca stabilisce il numero massimo di documenti da poter prendere contemporaneamente in prestito. Biblioteca delle Oblate, BiblioteCaNova Isolotto, Biblioteca Palagio di Parte Guelfa: massimo 8 volumi tramite il prestito locale e 4 volumi tramite il prestito interbibliotecario, 2 periodici, 4 CD o DVD. Biblioteca Pietro Thouar, Biblioteca del Galluzzo, Biblioteca Villa Bandini, Biblioteca Filippo Buonarroti, Biblioteca Dino Pieraccioni, Biblioteca Orticoltura, Biblioteca ITI Leonardo da Vinci, Biblioteca Fabrizio De André, Biblioteca dei ragazzi, Biblioteca Mario Luzi: massimo 5 volumi tramite il prestito locale e 4 volumi tramite il prestito interbibliotecario, 2 periodici, 4 CD o DVD. Bibliobus: massimo 3 libri o audiolibri.

Se si smarrisce o danneggia un’opera ricevuta in prestito è neccessario provvedere a proprie spese alla sostituzione della medesima con altro esemplare della stessa edizione o con esemplare di edizione diversa indicata dalla biblioteca entro 15 giorni dalla contestazione.

Durata del prestito: 30 giorni per i libri e gli audiolibri, 7 giorni per i materiali multimediali, 15 giorni per i periodici. 

Rinnovo del prestito: qualora non ci siano prenotazioni di altri utenti il prestito di libri può essere rinnovato, una sola volta per ulteriori 30 giorni, entro i 6 giorni precedenti la scadenza. Non è possibile rinnovare il prestito per gli altri materiali. La richiesta di rinnovo può essere effettuata anche per telefono o per email.

Prenotazione: su richiesta al personale puoi prenotare libri o altri documenti già in prestito. Le prenotazioni sono accettate fino a saturazione dello scadenzario. Le prenotazioni possono essere fatte anche online tramite il servizio "Utente in linea" .

Restituzione: i documenti presi in prestito o richiesti in consultazione vengono registrati sulla tessera dell’utente tramite programma informatico. I documenti possono essere restituiti in una qualsiasi delle Biblioteche (escluso il Bibliobus), ad eccezione dei libri ottenuti col prestito interbibliotecario mentre i documenti presi in prestito sul Bibliobus possono essere restituiti anche in una qualsiasi delle altre Biblioteche. Tra la restituzione dei libri e la chiusura del prestito intercorrono i tempi logistici di trasporto, la registrazione della restituzione avviene quando il materiale arriva alla biblioteca proprietaria. In questo casi è richiesta la firma di un modulo per certificare la sua restituzione in una biblioteca diversa da quella proprietaria del documento.
Al momento della registrazione del prestito, della consultazione e della restituzione, gli operatori prendono nota delle condizioni dei materiali. Gli utenti sono tenuti a rispettare le scadenze per la restituzione dei documenti presi in prestito in modo da consentirne la fruizione a tutti.
In caso di ritardo nella restituzione con un tempo superiore alla durata del prestito della singola tipologia di materiale, è prevista la sospensione dal servizio di prestito per un periodo di tempo pari ai giorni del ritardo e comunque non superiore ai 6 mesi. La mancata riconsegna dei materiali comporta l’esclusione dal servizio di prestito, fino alla restituzione, calcolando anche l’eventuale sospensione. In considerazione della situazione attuale legata all'emergenza sanitaria, non verranno applicate le sanzioni previste in caso di ritardo nella restituzione dei prestiti.

Danneggiamento, smarrimento, furto
L’utente che smarrisca o danneggi un’opera ricevuta in prestito è obbligato a provvedere, a proprie spese, alla sostituzione della medesima, entro 15 giorni dalla contestazione, con altro esemplare della stessa edizione o con esemplare di edizione diversa indicata dalla biblioteca. Se trascorsi 30 giorni dalla contestazione l’opera smarrita o danneggiata non viene sostituita, si provvede alla quantificazione del debito.

Materiali esclusi dal prestito
Allo scopo di tutelare i documenti con particolari caratteristiche, e nel rispetto della normativa vigente le Biblioteche escludono dal prestito:
    • l'ultimo numero arrivato in biblioteca delle riviste o, se trattasi di settimanale, il mese in corso; le riviste con vincolo di conservazione;
    • i quotidiani e gli allegati;
    • le opere di consultazione generale: dizionari, enciclopedie, atlanti e repertori
    • i manoscritti;
    • i microfilm, le stampe, le fotografie;
    • i disegni e i manifesti, le opere di grande formato;
    • le opere con data di pubblicazione anteriore ai 80 anni;
    • le miscellanee sia antiche che correnti;
    • le pubblicazioni antiche, rare e di pregio, quali volumi con illustrazioni speciali come carte di tavole di valore o carte ripiegate; le opere dei fondi speciali o soggette a vincoli giuridici;
    • i volumi di cui il donatore o il testatore ne abbia vietato il prestito;
    • i volumi parte di opere in più di quattro tomi;
    • le opere in cattivo stato di conservazione;
    • le tesi di laurea, i cataloghi di mostre e le copie in tiratura limitata;
    • gli audiovisivi e le risorse elettroniche pubblicati nel formato specifico negli ultimi 18 mesi (per il rispetto della vigente normativa in materia di tutela del diritto d'autore).

Possono essere esclusi temporaneamente dalla consultazione e dal prestito documenti utilizzati dalla biblioteca per motivi di servizio e materiali in revisione o che per il loro precario stato di conservazione hanno bisogno di interventi di restauro.

Avvertenze

Il servizio di prestito a domicilio è momentaneamente sospeso. 

I volumi del Fondo Musei Comunali al momento non sono disponibili né per la consultazione né per il prestito.

Procedure di gestione del prestito in caso di emergenza
Qualora non sia temporaneamente possibile accedere al programma informatico di gestione dei prestiti, a causa di assenza di connessione ad Internet o a seguito di interventi di manutenzione, le biblioteche attivano la procedura di registrazione manuale del prestito.
Durante lo svolgimento delle operazioni manuali è possibile restituire i materiali tenendo conto che la verifica della situazione dei prestiti sulla tessera dell’utente viene effettuata al ripristino del programma.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizio Biblioteche, Archivi e Politiche Giovanili - P.O. Biblioteche
Responsabile
Tiziana Mori

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi