Biblioteche Comunali Fiorentine - Prestito, rinnovo, restituzione e prenotazione materiale documentario

Descrizione

Prestito
Sono ammessi al prestito tutti i cittadini italiani e stranieri, senza alcuna restrizione territoriale. Per utilizzare il servizio di prestito è necessario essere iscritti a SDIAF, ed essere pertanto in possesso della tessera rilasciata da una qualsiasi delle biblioteche della rete. Il prestito è gratuito e personale e si conclude con la restituzione alla biblioteca dei documenti. Per favorire la circolazione dei materiali ogni biblioteca stabilisce il numero massimo di documenti da poter prendere contemporaneamente in prestito.

Biblioteca delle Oblate, BiblioteCaNova Isolotto, Biblioteca Palagio di Parte Guelfa: massimo 8 volumi tramite il prestito locale e 4 volumi tramite il prestito interbibliotecario, 2 periodici, 4 multimediali (CD o DVD).

Biblioteca Pietro Thouar, Biblioteca del Galluzzo, Biblioteca Villa Bandini, Biblioteca Filippo Buonarroti, Biblioteca Dino Pieraccioni, Biblioteca Orticoltura, Biblioteca Fabrizio De André, Biblioteca Mario Luzi: massimo 5 volumi tramite il prestito locale e 4 volumi tramite il prestito interbibliotecario, 2 periodici, 4 multimediali (CD o DVD).

Bibliobus: massimo 3 libri o audiolibri.

Durata del prestito
30 giorni per i libri e gli audiolibri, 7 giorni per i materiali multimediali, 15 giorni per i periodici.

Rinnovo
Qualora non ci siano prenotazioni da parte di altri utenti, il prestito di libri ricevuti sia in prestito locale sia interbibliotecario può essere rinnovato, una sola volta, per ulteriori 30 giorni, entro i 6 giorni precedenti la scadenza. Non è possibile rinnovare il prestito per gli altri materiali. La richiesta di rinnovo può essere effettuata in biblioteca, per telefono, per email o tramite il servizio Utente in linea.

Registrazione e restituzione
I documenti presi in prestito o richiesti in consultazione vengono registrati sulla tessera dell’utente tramite programma informatico.
Al momento della registrazione del prestito, della consultazione e della restituzione, gli operatori prendono nota delle condizioni dei materiali. I libri possono essere restituiti in una qualsiasi delle altre Biblioteche comunali fiorentine (escluso il Bibliobus), ad eccezione dei libri ottenuti col prestito interbibliotecario. I documenti presi in prestito sul Bibliobus possono essere restituiti anche in una qualsiasi delle altre Biblioteche comunali fiorentine. Tra la restituzione dei libri e la chiusura del prestito intercorrono i tempi logistici di trasporto, la registrazione della restituzione avviene quando il materiale arriva alla biblioteca proprietaria. In questi casi è richiesta la firma di un modulo per certificare la restituzione dei documenti in una biblioteca diversa da quella proprietaria del documento.

Prenotazione
È possibile prenotare libri o altri documenti presi in prestito da altri utenti e riservare libri o altri documenti a scaffale per il ritiro. Le prenotazioni sono accettate fino al raggiungimento del numero massimo di prestiti consentito e sono permesse tramite il prestito locale e interbibliotecario (eccetto materiali multimediali e riviste). Le richieste di prenotazione possono essere fatte in biblioteca, per telefono, per email o tramite il servizio Utente in linea.
Al momento del rientro del documento prenotato, o all’arrivo del documento prenotato tramite il prestito interbibliotecario, il personale della biblioteca avverte il richiedente per telefono o per posta elettronica.
Il materiale prenotato tramite prestito locale rimane in deposito 5 giorni per i libri, 3 giorni per DVD, i CD e le riviste. Trascorsi i tempi indicati la prenotazione decade.
Se il documento è stato richiesto tramite il prestito interbibliotecario trascorsi 8 giorni, il libro viene rispedito alla biblioteca di origine e l’utente perde il diritto ad avvalersi del servizio per un mese.

Ritardo nella restituzione dei documenti
Gli utenti sono tenuti a rispettare le scadenze per la restituzione dei documenti presi in prestito in modo da consentirne la fruizione a tutti.
La biblioteca si impegna ad aiutare gli utenti a rispettare le date di restituzione dei libri presi in prestito:
    • rilasciando insieme al libro/ai libri un segnalibro-scadenzario a titolo di promemoria;
    • offrendo l’opportunità, in caso di necessità, di rinnovare i prestiti in scadenza, anche via email e telefonicamente e tramite il servizio Utente in linea;
    • facendo giungere solleciti automatici per posta elettronica o anche solleciti telefonici quando possibile;
In caso di ritardo nella restituzione con un tempo superiore alla durata del prestito, è prevista la sospensione dal servizio di prestito per un periodo di tempo pari ai giorni del ritardo e comunque non superiore ai 6 mesi.
In ogni caso, la riammissione al servizio di prestito è subordinata alla restituzione delle opere.

Materiali esclusi dal prestito
Allo scopo di tutelare i documenti con particolari caratteristiche, e nel rispetto della normativa vigente le Biblioteche escludono dal prestito:
    • l'ultimo numero arrivato in biblioteca delle riviste o, se trattasi di settimanale, il mese in corso; le riviste con vincolo di conservazione;
    • i quotidiani;
    • le opere di consultazione generale: dizionari, enciclopedie, atlanti e repertori;
    • i manoscritti;
    • i microfilm, le stampe, le fotografie;
    • i disegni e i manifesti, le opere di grande formato;
    • le opere con data di pubblicazione anteriore ai 70 anni;
    • le miscellanee sia antiche che correnti;
    • le pubblicazioni antiche, rare e di pregio, quali volumi con illustrazioni speciali come carte di tavole di valore o carte ripiegate; le opere dei fondi speciali o soggette a vincoli giuridici;
    • i volumi di cui il donatore o il testatore ne abbia vietato il prestito;
    • le opere in cattivo stato di conservazione;
    • le tesi di laurea, i cataloghi di mostre e le copie in tiratura limitata;
    • gli audiovisivi e le risorse elettroniche pubblicati nel formato specifico negli ultimi 18 mesi (per il rispetto della vigente normativa in materia di tutela del diritto d'autore).

Possono essere esclusi temporaneamente dalla consultazione e dal prestito documenti utilizzati dalla biblioteca per motivi di servizio e materiali in revisione o che per il loro precario stato di conservazione hanno bisogno di interventi di restauro.

Prestito speciale
Le biblioteche ammettono deroghe nel caso di prestiti per scuole, comunità, istituzioni. In tal caso può essere data in prestito una quantità di documenti superiore a quella stabilita e/o per un tempo maggiore.

Prestito a domicilio
Le biblioteche organizzano il servizio di prestito a domicilio rivolto a persone con più di 65 anni, persone non autosufficienti, disabili e a coloro che hanno difficoltà, anche temporanea, ad uscire di casa o in particolari situazioni di conclamata emergenza.

Prestito interbibliotecario e fornitura documenti a favore dell’utente
Per le opere a stampa non possedute dalla biblioteca, gli utenti iscritti possono chiedere gratuitamente in prestito documenti posseduti da altre biblioteche di SDIAF, alcuni istituti culturali, le biblioteche dell’Università degli Studi di Firenze, dell’Istituto Universitario Europeo e la Biblioteca Marucelliana. All’arrivo del volume, l’utente viene avvisato telefonicamente o per email.
Trascorsi 8 giorni, il libro viene rispedito alla biblioteca di origine e l’utente perde il diritto ad avvalersi del servizio per un mese. Il servizio è gratuito.
Non sono ammessi per il prestito interbibliotecario i materiali diversi dal libro.
Il servizio può essere sospeso o ridotto nel mese di agosto e durante le festività.
È possibile anche richiedere, per il tramite di altre biblioteche, la riproduzione – cartacea o digitale – di articoli, saggi o porzioni di libri, nei limiti percentuali consentiti dalla legge sulla tutela del diritto d’autore, dietro pagamento della tariffa fissata dalla singola biblioteca che effettua il servizio, secondo le modalità da essa stabilite e comunicate all’utente.
Non è ammessa la spedizione dalla biblioteca proprietaria dei documenti direttamente all’utente.
I tempi per l'arrivo del documento, determinati da fattori quali la velocità di risposta delle biblioteche prestanti e l'efficienza dei servizi postali, sono variabili: per il prestito provinciale il tempo medio di attesa è di 7 giorni; per quello regionale il tempo medio attuale è calcolato in 10 giorni.
Il prestito interbibliotecario si può estendere alle biblioteche e agli istituti della Regione Toscana oppure si possono attivare prestiti con biblioteche italiane ed estere.
In questi casi il servizio può prevedere il pagamento di un corrispettivo e la consegna del documento è effettuata solo dopo l’eventuale pagamento in base alle tariffe vigenti.
L’utente che ha richiesto prestiti interbibliotecari o forniture documenti che prevedono costi vivi è chiamato a coprire tali spese anche se, successivamente all’ordine, dichiara di non essere più interessato a consultare tali documenti o se scopre che essi non contengono le informazioni desiderate. In tal caso la tessera personale di iscrizione al servizio sarà bloccata finché non regolarizzerà il pagamento di quanto dovuto per il servizio ricevuto.

Prestito interbibliotecario e fornitura documenti a favore di altre biblioteche
Le biblioteche comunali fiorentine consentono alle biblioteche italiane ed estere di usufruire del loro patrimonio, con le limitazioni previste dalle norme generali sulla circolazione dei documenti. L'utente remoto interessato a un documento localizzato tramite il catalogo online deve rivolgersi alla propria biblioteca che provvederà a inoltrare la richiesta.
Al di fuori dei progetti di cooperazione fra le biblioteche aderenti a SDIAF e al progetto Libri in rete, le biblioteche dovranno inviare la propria richiesta all’indirizzo email della biblioteca individuata come destinataria della richiesta, specificando i dati della biblioteca richiedente e i riferimenti bibliografici dell'opera desiderata. Il servizio è sottoposto alla tariffa vigente.

Danneggiamento, smarrimento, furto
I documenti ricevuti in prestito devono essere trattati con cura e non possono essere danneggiati. In particolare, non devono essere sottolineate le pagine dei libri, riviste, quotidiani e non devono essere rigati o graffiati i DVD, CD, CD-ROM, così come le custodie nelle quali sono contenuti. Al momento della consegna dei materiali, il personale verifica, insieme all’utente, le condizioni del materiale, segnalando eventuali difetti sul gestionale di prestito. Al momento della restituzione, l’utente deve segnalare eventuali anomalie nel funzionamento degli audiovisivi presi in prestito o manomissioni di parti del materiale librario.
L’utente che smarrisca o danneggi un’opera ricevuta in prestito è obbligato a provvedere a proprie spese, entro 15 giorni dalla contestazione, alla sostituzione della medesima con altro esemplare della stessa edizione o con esemplare di edizione diversa indicata dalla biblioteca o, in subordine, a risarcire il danno nella misura che sarà stabilita in base al valore del bene disperso o danneggiato. La mancata riconsegna dei materiali, o l’omesso pagamento della somma corrispondente, comporta la sospensione dell'iscrizione e dei servizi ad essa collegati e può essere valutata l’opportunità di recuperare l’importo dovuto con le modalità previste dal Comune di Firenze per la riscossione coattiva.
In caso di furto verrà presentata denuncia all’autorità di pubblica sicurezza.
Nel caso in cui l’utente abbia subito il furto di materiali della biblioteca, in presenza di una denuncia alle autorità competenti, viene esonerato dal riacquisto e dal risarcimento.

Requisiti del richiedente

Iscrizione alle Biblioteche Comunali Fiorentine o ad una delle Biblioteche del Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (SDIAF). 

Documentazione da presentare

Iscrizione Biblioteche Comunali Fiorentine o ad una delle biblioteche del Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (SDIAF).

Costi

Il servizio di prestito locale è gratuito.

Il prestito interbibliotecario è gratuito per le biblioteche del Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (SDIAF) e per molte altre biblioteche toscane  perchè finanziato dalla Regione Toscana e da SDIAF. Per altre biblioteche è richiesta la disponibilità a coprire eventuali costi di spedizione.

Tempi

La notifica della disponibilità dei documenti prenotati è entro un giorno lavorativo dal rientro del prestito.

L'evasione richieste di prestito interbibliotecario è effettuata entro il giorno lavorativo successivo alla ricezione della richiesta.

 

Avvertenze

Qualora non sia temporaneamente possibile accedere al programma informatico di gestione dei prestiti, a causa di assenza di connessione ad Internet o a seguito di interventi di manutenzione, le biblioteche attivano la procedura di registrazione manuale del prestito. Durante lo svolgimento delle operazioni manuali è possibile restituire i materiali tenendo conto che la verifica della situazione dei prestiti sulla tessera dell’utente viene effettuata al ripristino del programma.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizio Musei, Biblioteche e Archivi - P.O. Biblioteche
Responsabile
Tiziana Mori

FEEDBACK

La tua opinione è importante

Se vuoi puoi lasciare un commento o un suggerimento per migliorare la scheda che stai consultando. Se invece vuoi fare una segnalazione o un reclamo puoi consultare la sezione "riferimenti e contatti" della scheda stessa e rivolgerti direttamente all'ufficio competente

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *






Servizi